Contrasti giurisprudenziali

Contrasti giurisprudenziali

La legittimazione del sostituto processuale del difensore della parte civile a costituirsi parte civile in luogo del dominus

20 Aprile 2018 | di Aldo Aceto

Cass. pen., Sez. unite
Cass. pen., Sez. VI

Difesa e difensore

Le Sezioni unite della Cassazione, chiamate a pronunciarsi «Se sia o meno legittimato a costituirsi parte civile il sostituto processuale del difensore nominato procuratore speciale a tal fine», hanno dato risposta negativa.

Leggi dopo

Sulla necessità del pericolo di diffusione nel reato di produzione di materiale pedopornografico ex art. 600-ter, comma 1, c.p.

16 Aprile 2018 | di Paola Borrelli

Cass. pen., Sez. III,

Pornografia

Su ordinanza di rimessione della terza Sezione penale della Corte di cassazione, il Primo Presidente ha assegnato alle Sezioni unite – che decideranno il prossimo 31 maggio – il quesito se sia ancora necessario, ai fini dell'integrazione del reato di cui all'art. 600-ter, comma 1, n. 1, c.p., con riferimento alla condotta di produzione del materiale pedopornografico, l'accertamento del pericolo di diffusione ...

Leggi dopo

Sequestro probatorio del corpo del reato. La legittimità della motivazione sintetica

05 Aprile 2018 | di Alessandro Trinci

Cass. pen., Sez. III

Sequestro probatorio

Se, per le cose che costituiscono corpo di reato, il decreto di sequestro probatorio possa essere motivato con formula sintetica ove la funzione probatoria del medesimo costituisca connotato ontologico ed immanente del compendio sequestrato, di immediata evidenza, desumibile dalla peculiare natura delle cose che lo compongono o debba, invece, a pena di nullità, essere comunque sorretto da idonea motivazione in ordine al presupposto della finalità perseguita, in concreto, per l'accertamento dei fatti.

Leggi dopo

Sequestro preventivo finalizzato alla confisca “allargata” e tentata estorsione

30 Marzo 2018 | di Giuseppina Anna Rosaria Pacilli

Cass. pen., Sez. II,

Sequestro preventivo

Sussiste in giurisprudenza contrasto in merito alla possibilità di disporre il sequestro preventivo finalizzato alla confisca di cui all'art. 12-sexies d.l. 8 giugno 1992, n. 306, conv. nella l. 356 del 1992 e succ. mod., nel caso in cui i reati contemplati dalla predetta norma, ed in particolare quello di estorsione, siano commessi nella forma del tentativo aggravato dall'art. 7 d.l. 13 maggio 1991, n. 152, conv. nella l. 203 del 1991.

Leggi dopo

Rigetto della richiesta di archiviazione e imputazione coatta per reati diversi. Sull’ammissibilità del ricorso in cassazione dell’indagato

26 Marzo 2018 | di Alessandro Trinci

Ricorso per cassazione

Se sia ammissibile il ricorso per cassazione proposto dall’indagato avverso il provvedimento del giudice per le indagini preliminari che respinga la richiesta di archiviazione e disponga la formulazione dell’imputazione ...

Leggi dopo

La prova del reato di omesso versamento delle ritenute operate dal sostituto di imposta commesso ante d.lgs. 158/2015

26 Marzo 2018 | di Aldo Aceto

Cass. pen., Sez. III,

Reati tributari

Le Sezioni unite penali della Corte di cassazione sono chiamate a comporre il contrasto interpretativo sulla possibilità di provare la sussistenza del reato di omesso versamento delle ritenute certificate di cui all'art. 10-bis, d.lgs. 10 marzo 2000, n. 74 ...

Leggi dopo

Il ricorso personale in Cassazione in materia cautelare personale dopo la riforma Orlando

07 Marzo 2018 | di Andrea Pellegrino

Cass. pen., Sez. V,

Ricorso per cassazione

Con ordinanza resa all'esito dell'udienza camerale del 2 novembre 2017, la quinta Sezione penale della Corte di cassazione, preso atto dell'esistenza di un contrasto interpretativo nella giurisprudenza di legittimità, ha ritenuto di dover rimettere alle Sezioni unite la seguente questione di diritto: «se la modifica dell'art. 613 c.p.p. ...

Leggi dopo

La rilevanza della colpa grave nella causa di non punibilità prevista per il sanitario dalla legge Gelli-Bianco

27 Febbraio 2018 | di Giuseppe Marra

Cass. pen., Sez. unite

Colpa professionale

L'art. 590-sexies, comma 2, c.p., articolo introdotto dalla l. 8 marzo 2017, n. 24 (c.d. legge Gelli-Bianco), prevede una causa di non punibilità dell'esercente la professione sanitaria operante, ricorrendo le condizioni previste dalla disposizione normativa, rispetto delle linee guida o, in mancanza, delle buone pratiche clinico-assistenziali ...

Leggi dopo

Unità o pluralità di reati in tema di resistenza a pubblico ufficiale

23 Febbraio 2018 | di Sergio Beltrani

Cass. pen., Sez. VI,

Concorso di reati

In tema di resistenza a pubblico ufficiale (art. 337 c.p.), vi è contrasto in giurisprudenza in ordine alla configurabilità di uno o più reati nel caso in cui un soggetto, con una sola azione, usi violenza o minaccia per opporsi a più PP.UU. o a più incaricati di pubblico servizio (ovvero a coloro che, richiesti dai predetti soggetti “qualificati”, prestino loro assistenza) intenti a compiere un atto del loro ufficio o servizio.

Leggi dopo

Il rito abbreviato: un passe-partout della diminuente di pena, in sede di continuazione, anche per i reati giudicati con rito ordinario?

23 Febbraio 2018 | di Enrico Campoli

Cass. pen., Sez. V,

Giudizio abbreviato

All'udienza del 7 dicembre 2017 la quinta Sezione penale della Corte di cassazione ha rimesso alle Sezioni unite la questione, oggetto di contrasto giurisprudenziale, «se l'applicazione della continuazione tra reati giudicati con rito ordinario e altri giudicati con rito abbreviato comporti che soltanto a questi ultimi ...

Leggi dopo

Pagine