Contrasti giurisprudenziali

Contrasti giurisprudenziali

Calcolo della prescrizione. Le circostanze indipendenti con aumenti non superiore a un terzo sono a effetto speciale?

27 Giugno 2017 | di Chiara Fiandanese

Cass. pen., Sez. unite,

Circostanze del reato

Fin dalla riforma dell'art. 63 c.p., permane in dottrina e in giurisprudenza il contrasto in merito alla questione se le circostanze c.d. indipendenti ...

Leggi dopo

Sull'applicabilità dell'art. 131-bis c.p. nel procedimento davanti al giudice di pace

23 Giugno 2017 | di Rosa Pezzullo

Particolare tenuità del fatto

Con la recente ordinanza n. 20245 del 4 aprile 2017, depositata il 28 aprile 2017, la terza Sezione della Corte di cassazione ha rimesso, ai sensi dell'art. 618 c.p.p., alle Sezioni unite la decisione del contrasto giurisprudenziale relativo all'applicabilità nei procedimenti che si svolgono davanti al giudice di pace dell'art. 131-bis c.p., introdotto dall'art. 1, comma 2, del d.lgs. 16 marzo 2015, n. 28. La nuova causa di esclusione della punibilità per particolare tenuità del fatto ...

Leggi dopo

Le modalità di presentazione della richiesta di riesame di misure cautelari reali

22 Giugno 2017 | di Aldo Aceto

Cass. pen., Sez. III, 14 marzo 2017 (dep. 28 luglio 2017), n. 20255

Riesame

Qual è il luogo nel quale deve essere presentata la richiesta di riesame del decreto di sequestro preventivo? Le Sezioni unite penali della Corte di cassazione sono chiamate a comporre il contrasto interpretativo sull'art. 324, comma 2, c.p.p. che disciplina ...

Leggi dopo

Quanti reati si commettono portando illecitamente in luogo pubblico un'arma comune da sparo clandestina?

22 Giugno 2017 | di Angelo Valerio Lanna

Armi, munizioni ed esplosivi

Se il delitto di porto in luogo pubblico di arma comune da sparo (l. 895 del 1967, artt. 4 e 7) e il delitto di porto in luogo pubblico di arma clandestina (l. 110 del 1975, art. 23, commi 1 e 4) sono tra di loro in concorso formale ovvero il secondo assorbe, per specialità, il primo.

Leggi dopo

Truffa per il conseguimento di erogazioni pubbliche e malversazione a danno dello Stato. Concorso o assorbimento?

30 Maggio 2017 | di Roberto Carrelli Palombi

Truffa

Nel caso di erogazione da parte di un ente pubblico di un contributo o un finanziamento, ottenuto fraudolentemente, si discute se il delitto di cui all'art. 640-bis c.p. possa concorrere con quello di cui all'art. 316-bis c.p., ove il contributo finalizzato a favorire attivitàdi interesse pubblico sia destinato, almeno in parte, ad altre ...

Leggi dopo

Riforma in appello della sentenza assolutoria all'esito del giudizio abbreviato e rinnovazione dell'istruttoria dibattimentale

30 Maggio 2017 | di Alessandra Bassi

Reformatio in pejus (divieto di)

A pochi mesi di distanza dalla sentenza n. 27620/2016, le Sezioni unite della Cassazione vengono nuovamente invitate a pronunciarsi sul potere-dovere di rinnovazione dell'istruttoria dibattimentale del giudice d'appello ...

Leggi dopo

Accesso abusivo a sistema informatico: può essere sufficiente lo “sviamento di potere”?

22 Maggio 2017 | di Cesare Parodi

Accesso abusivo ad un sistema informatico o telematico

Il delitto previsto dall'art. 615-ter, comma 2, n. 1 c.p., può essere integrato anche dalla condotta del pubblico ufficiale o dell'incaricato di pubblico servizio che, pur formalmente autorizzato all'accesso ad un sistema informatico o telematico, pone in essere una condotta tale da concretare uno sviamento di potere, in quanto mirante al raggiungimento di un fine non istituzionale?

Leggi dopo

Il controverso limite della pena massima continuata applicabile in sede esecutiva

22 Maggio 2017 | di Enrico Campoli

Giudice dell’esecuzione

Il limite dettato dall'art. 81, commi 1 e 2, c.p. in tema di applicazione della pena in sede di continuazione (triplo della pena inflitta per il reato più grave) trova applicazione anche in sede di esecuzione ovvero, in quest'ultima sede, trova spazio la regola dettata dall'art. 671, comma 2, c.p.p. secondo cui esso è valicabile in quanto formato dalla somma delle pene inflitte in ciascuna decisione irrevocabile?

Leggi dopo

Se il giudice dell'impugnazione possa concedere d'ufficio le sanzioni sostitutive

02 Maggio 2017 | di Lucia Aielli

Sanzioni sostitutive delle pene detentive brevi

Il giudice di secondo grado non può applicare le sanzioni sostitutive delle pene detentive brevi nel caso in cui nell'atto di appello non risulti formulata alcuna specifica richiesta con riguardo a tale punto

Leggi dopo

Appello del P.M. avverso la decisione che nega l’applicazione della confisca di beni

02 Maggio 2017 | di Raffaello Magi

Appello

Il decreto con cui il giudice rigetta la richiesta del pubblico ministero di applicazione della misura di prevenzione patrimoniale della confisca, anche qualora non preceduta da sequestro, è appellabile.

Leggi dopo

Pagine