Homepage

News News

Ampliate le ipotesi di procedibilità a querela. Il Governo attua un'altra delega della l. 103/2017

22 Marzo 2018 | di Redazione Scientifica

schema d.lgs_. modifiche del regime di procedibilità per taluni reati.pdf
d.lgs_. regime di procedibilità - le modifiche.pdf

schema d.lgs_. modifiche del regime di procedibilità per taluni reati.pdf

Querela

Il Consiglio dei Ministri ha approvato in via definitiva il decreto legislativo recante Disposizioni di modifica della disciplina del regime di procedibilità per taluni reati in attuazione della delega di cui all’art. 1, commi 16, lett. a) e b), e 17 della legge ...

Leggi dopo
News News

Prime applicazioni pratiche della Taricco-bis

22 Marzo 2018 | di Redazione Scientifica

Cass. pen., Sez. II, 7 febbraio 2018 (dep. 2 marzo 2018), n. 9494

Prescrizione del reato

In un procedimento per i reati di usura, frodi fiscali e associazione per delinquere la Corte d’appello riteneva dover disapplicare la normativa interna in tema di sospensione dei termini di prescrizione (artt. 160 ss. c.p.p.) alla luce di quanto affermato dalla Corte di giustizia europea con la sentenza Taricco dell’8 settembre 2015.

Leggi dopo
Giurisprudenza commentata Giurisprudenza commentata

Ne bis in idem negli illeciti tributari. In una pronuncia di inammissibilità una prima apertura (mal celata) del giudice delle leggi

22 Marzo 2018 | di Ciro Santoriello

corte cost.

Bis in idem (divieto)

Va disposta la restituzione al giudice a quo degli atti relativi alla questione di legittimità costituzionale sollevata, per contrasto con l'art. 117, comma 1, Cost. in relazione ...

Leggi dopo
La Bussola LA BUSSOLA

Convivenza more uxorio

21 Marzo 2018 | di Chiara Fiandanese

La convivenza more uxorio può essere definita come un'unione stabile e duratura tra due persone che liberamente scelgono di intrattenere una relazione affettiva vissuta in comunione di vita materiale e spirituale ma in mancanza di un atto giuridicamente vincolante quale il matrimonio. Con l'entrata in vigore della l. 20 maggio 2016, n. 76, che ha previsto e disciplinato l'unione civile tra persone dello stesso sesso e la convivenza di fatto, non sono state certamente risolte tutte le problematiche riguardanti la convivenza more uxorio, anzi, probabilmente con il passare del tempo potrebbero sorgere molteplici questioni di legittimità costituzionale ...

Leggi dopo
Giurisprudenza commentata Giurisprudenza commentata

La Cassazione precisa nuovamente la differenza fra truffa e insolvenza fraudolenta

21 Marzo 2018 | di Roberto Carrelli Palombi

Cass. pen., Sez. II,

Truffa

La questioni sottoposte all'esame della Suprema Corte attengono, da un lato, alla ritenuta integrazione, da parte dei giudici di merito, degli elementi costitutivi del delitto di truffa, con particolare riguardo alla sussistenza degli artifizi e raggiri e alla valutazione della loro idoneità ingannatoria ...

Leggi dopo
News News

Accesso alla professione di avvocato: in G.U. il regolamento sui corsi di formazione

20 Marzo 2018 | di Redazione Scientifica

Difesa e difensore

In Gazzetta Ufficiale del 16 marzo 2018 n. 63 è stato pubblicato il decreto ministeriale n. 17 del 9 febbraio 2018, ossia il «Regolamento recante la disciplina dei corsi di formazione per l'accesso alla professione di avvocato, ai sensi dell'articolo 43, ...

Leggi dopo
Focus Focus

Il doppio aumento del tempo necessario a prescrivere per effetto della recidiva qualificata: violazione del principio del ne bis in idem?

20 Marzo 2018 | di Nicolò Pini

Prescrizione del reato

La prescrizione è maggiormente aumentata per l'effetto della recidiva qualificata: una prima volta ex art. 157 c.p. e una seconda volta a seguito di atto interruttivo ex artt. 160-161 c.p. La Cassazione, in una prima pronuncia, stabilisce che non è possibile dilatare due volte il tempo di prescrizione a causa dello stesso fatto (la recidiva qualificata) poiché si violerebbe il principio del ne bis in idem sostanziale.

Leggi dopo
Quesiti Operativi Quesiti Operativi

Le riprese di condotte materiali non comunicative carpite nel corso di intercettazioni audio-video

20 Marzo 2018 | di Luigi Giordano, Andrea Nocera

Intercettazioni di conversazioni o comunicazioni

Sono utilizzabili le riprese di condotte materiali non comunicative carpite nel corso di intercettazioni audio-video? L'art. 266, comma 2, c.p.p., come è noto, consente «l'intercettazione di comunicazioni tra presenti», precisando che «qualora queste avvengano nei luoghi indicati dall'articolo 614 del codice penale, l'intercettazione è consentita solo se vi è fondato motivo di ritenere che ivi si stia svolgendo l'attività criminosa».

Leggi dopo
Giurisprudenza commentata Giurisprudenza commentata

Utilizzabilità delle sommarie informazioni rese, anche in altro procedimento, dal testimone sottoposto a minacce e intimidazioni

19 Marzo 2018 | di Irma Conti

Cass. pen., Sez. II

Testimonianza

La sentenza in esame appare meritevole di approfondimento in quanto, da un lato, anche ricorrendo ad esempi pratici, specifica in quali casi possano ritenersi sussistenti i “concreti” elementi in forza dei quali il giudice di merito può ritenere che sussista una condotta intimidatrice nei confronti di un testimone, dall'altro ...

Leggi dopo
Giurisprudenza sovranazionale Giurisprudenza sovranazionale

Libertà di espressione e tutela della magistratura nella giurisprudenza della Corte Edu

19 Marzo 2018 | di Donatella Perna

Corte Edu,

Diffamazione

La questione proposta è quella, se si vuole antica e mai completamente risolta, del diritto alla libertà di espressione del pensiero in tutte le sue manifestazioni, compreso il diritto di critica della magistratura e del suo operato, e dei limiti che possono essere posti al suo esercizio.

Leggi dopo

Pagine