Homepage

News News

Avviati i test per il rilascio del certificato ex art. 335 c.p.p. tramite sistema P@ss

04 Gennaio 2018 | di Redazione Scientifica

Notifiche telematiche

È in corso di attivazione un nuovo servizio telematico, ad uso esclusivo dei PdA, inizialmente solo per il rilascio del certificato ex art. 335 c.p.p. che si inserisce nell'ambito di un più ampio sviluppo volto a consentire la richiesta e il rilascio di certificati tramite PST.

Leggi dopo
Focus Focus

Definizione del processo per incapacità irreversibile dell'imputato. Prime applicazioni pratiche

04 Gennaio 2018 | di Cristina Ingrao

Trib. Palermo

Capacità (a delinquere; criminale; d’intendere e di volere)

Se, a seguito degli accertamenti disposti ai sensi dell'art. 70 c.p.p., l'imputato non è in condizione di partecipare coscientemente al procedimento penale ...

Leggi dopo
Giurisprudenza commentata Giurisprudenza commentata

Apologia del terrorismo. La condivisione di un video di propaganda Isis su FB integra il reato

04 Gennaio 2018 | di Carmine Gatto

Cass. pen., Sez. V

Terrorismo

La condivisione di video di propaganda dell'Isis sui social network è idonea alla configurazione del reato di apologia di terrorismo.

Leggi dopo
News News

Intercettazioni di conversazioni e comunicazioni. Il Governo dà attuazione alla legge delega

03 Gennaio 2018 | di Redazione Scientifica

Intercettazioni di conversazioni o comunicazioni

Il Consiglio dei Ministri, il 28 dicembre 2017, ha approvato in esame definitivo il decreto legislativo recante Disposizioni in materia di intercettazione di conversazioni o comunicazioni, in attuazione della delega di cui all’art. 1, commi 82, 83 3 84, lett. a), b), c), d) ed e), della legge 23 giugno 2017, n. 103.

Leggi dopo
Giurisprudenza commentata Giurisprudenza commentata

Risarcibilità del danno all'immagine della P.A. da illecito penale tributario. La possibile soluzione del contrasto interpretativo

03 Gennaio 2018 | di Andrea Nocera

Cass. pen., Sez. VI,
Cass. pen., Sez. III

Risarcimento del danno

Con le due sentenze in commento, succedutesi di pochi mesi (Cass. pen., Sez. VI, 27 settembre 2017, n. 48603; Cass. pen., Sez. III, 6 giugno 2017, n. 38932) la Corte di cassazione ha cercato di fornire una soluzione di equilibrio e di sintesi al contrasto insorto in ordine alla rilevanza e risarcibilità del danno all'immagine nei confronti della P.A.

Leggi dopo
La Bussola LA BUSSOLA

Ignoti (procedimento a carico di)

03 Gennaio 2018 | di Katia La Regina

Quanto maggiore è la spinta verso l'attuazione dei principi propri del modello accusatorio tanto più rigide sono le barriere all'ingresso dell'ignoto nella vicenda processuale. Di conseguenza, quando l'azione penale non consegue più a una sommaria delibazione della non manifesta infondatezza della notizia di reato e l'imputazione si qualifica alla stregua di una prognosi che investe tanto l'esistenza dell'illecito quanto la responsabilità del suo autore, l'unico segmento di cui può essere protagonista l'ignoto è la fase delle indagini preliminari. Qui gli obbiettivi di fondo non cambiano, perché a prescindere dalla qualificazione soggettiva della notitia criminis, resta integro l'obbligo posto dall'art. 112 Cost. La differenza è che l'unica via di accesso all'alternativa tra esercizio dell'azione penale e richiesta di archiviazione è l'accertamento dell'identità dell'autore del reato. Quest'ultimo aspetto, tuttavia, ...

Leggi dopo
News News

In assenza di elezione di domicilio, la correttezza della prima notificazione determina il luogo delle successive

02 Gennaio 2018 | di Redazione Scientifica

Cass. pen., Sez. III, 21 settembre 2017 (dep. 15 dicembre 2017), n. 56079

Notificazioni

Nell’ipotesi in cui, dopo la prima notificazione e in presenza di avvertimento prescritto dall’art. 161, comma 2, 369-bis c.p.p., manchi un domicilio “dichiarato, eletto o determinato”, le successive notificazioni vanno compiute ...

Leggi dopo
La Bussola LA BUSSOLA

Analogia (diritto penale)

02 Gennaio 2018 | di Sergio Beltrani

L'analogia è il procedimento attraverso cui vengono risolti i casi non previsti dalla legge, estendendo a essi la disciplina prevista per i casi simili (analogia legis) o, altrimenti, desunta dai principi generali del diritto (analogia iuris), e va distinta dall'interpretazione estensiva: a) con quest'ultima, si precisa l'ambito della norma, dilatandone la portata fino al limite massimo di espansione, con il limite formale del significato letterale del testo di legge; b) con l'analogia, al contrario, l'interprete va oltre i confini della norma, applicando quest'ultima ad una fattispecie che non ha nulla in comune con quella oggetto della norma penale incriminatrice, se non l'eadem ratio di disciplina.

Leggi dopo
Quesiti Operativi Quesiti Operativi

Procedimenti speciali e possibilità di derogare al limite di pena minima

02 Gennaio 2018 | di Daniele Livreri

Procedimenti speciali

Il limite minimo di pena per la durata della reclusione, pari a quindici giorni ex art. 23 c.p., è derogabile in conseguenza della diminuzione della sanzione operata per un rito speciale? La giurisprudenza della Suprema Corte ha costantemente ritenuto che il limite in questione non sia derogabile, né in relazione al giudizio abbreviato (Cass. pen., Sez. VII, 15 marzo2016, n. 27674), né in caso di applicazione della pena su richiesta delle parti (Cass. pen., Sez. III, 3 giugno 2014, n. 29985).

Leggi dopo
Giurisprudenza commentata Giurisprudenza commentata

La notifica all'imputato mediante Pec al suo difensore non sostituisce anche quella spettante “in proprio” al difensore stesso

29 Dicembre 2017 | di Luigi Giordano

Cass. pen., Sez. IV

Notifiche telematiche

Nel caso di mancanza di elezione o dichiarazione di domicilio da parte dell'imputato, la notificazione dell'atto può avvenire presso il difensore anche a mezzo PEC. In tale evenienza, il difensore conserva il diritto a ricevere un'autonoma notificazione dell'atto o, quanto meno, un'attestazione da cui risulti che la consegna del medesimo è avvenuta anche per consentire l'espletamento del mandato difensivo?

Leggi dopo

Pagine