Homepage

News News

La denuncia di smarrimento di assegni consegnati in pagamento integra il reato di calunnia

10 Aprile 2018 | di Redazione Scientifica

Cass. pen., Sez. II, 9 febbraio 2018 (dep. 27 marzo 2018), n. 14145

Calunnia ed autocalunnia

Cass. pen., Sez. II, 9 febbraio 2018 (dep. 27 marzo 2018), n. 14145 ha affermato che la condotta del privato che denunci lo smarrimento di assegni bancari dopo averli consegnati in pagamento ad altro soggetto simulando in tal modo le tracce del reato di furto o di ricettazione, in danno al prenditore del titolo, integra il reato di calunnia.

Leggi dopo
Quesiti Operativi Quesiti Operativi

L'intercettazione può costituire corpo di reato?

10 Aprile 2018 | di Luigi Giordano, Andrea Nocera

Intercettazioni di conversazioni o comunicazioni

Una intercettazione può costituire corpo di reato? Deve ritenersi ormai pacifica in giurisprudenza l'affermazione che una conversazione o una comunicazione intercettata possa costituire corpo del reato unitamente al supporto che la contiene, in quanto tale utilizzabile nel processo penale, a condizione che essa integri ed esaurisca la condotta criminosa (Cass. pen., n. 38822/2016. Fattispecie in cui si è ritenuto sussistere la natura di corpo del reato e la conseguente utilizzabilità ...

Leggi dopo
La Bussola LA BUSSOLA

Confisca in danno degli enti immateriali

10 Aprile 2018 | di Andrea Alberico

L'art. 19 d.lgs. 231/2001 prevede, nei due commi di cui consta, due distinte forme di confisca: diretta sul prezzo o profitto del reato, ovvero per equivalente. È bene, in un'ottica di inquadramento dell'istituto, precisare sin d'ora che la disposizione in parola rinviene in proprio antecedente logico-giuridico nell'art. 9 del medesimo ordito normativo – in tema di sanzioni irrogabili all'ante – il quale contempla, al comma 1, lett. c) la confisca accanto alla sanzione pecuniaria, a quelle interdittive ed alla pubblicazione della sentenza di condanna. La misura ablativa, quindi, a differenza dell'istituto contemplato dagli artt. 236 ...

Leggi dopo
Giurisprudenza commentata Giurisprudenza commentata

Misure di prevenzione patrimoniali e tutela dei terzi. L’operatività temporale della legge 161/2017

09 Aprile 2018 | di Corinna Forte

Cass. pen., Sez. V

Misure di prevenzione

Nel caso in esame, viene in rilievo la disciplina di cui al decreto legislativo, 6 settembre 2011, n. 159, articolo 52, comma 1, lettera b), oggetto di una recente modifica legislativa attraverso la legge 27 settembre 2017, n. 161.

Leggi dopo
Focus Focus

L'individuazione del giudice nel giudizio di rinvio conseguente ad annullamento di decreti od ordinanze

09 Aprile 2018 | di Sergio Beltrani

Giudizio di rinvio

Un'affermazione incidentale contenuta nella sentenza delle Sezioni unite n. 111 del 2018 ripropone il problema dell'individuazione del giudice nel giudizio di rinvio conseguente all'annullamento di decreti od ordinanze: può trattarsi, come persona fisica, del medesimo giudice (monocratico o collegiale) ...

Leggi dopo
News News

Nullità del provvedimento di archiviazione. La parte interessata non può ricorrere in Cassazione

06 Aprile 2018 | di Redazione Scientifica

Archiviazione

La VI Sezione (23 marzo 2018, not. di decisione), con ordinanza emessa de plano, ha affermato che l'art. 410-bis, comma 3, c.p.p. non prevede la possibilità di proporre ricorso per cassazione contro l'ordinanza con la quale il tribunale abbia deciso ex art. 410-bis cit. sul reclamo della parte interessata ...

Leggi dopo
News News

Reformatio in melius. Nessun obbligo di rinnovazione dibattimentale per il giudice d’appello

06 Aprile 2018 | di Redazione Scientifica

Cass. pen., Sez. unite, 21 dicembre 2017 (dep. 3 aprile 2018), n. 14800

Cass. pen., Sez. unite, 21 dicembre 2017 (dep. 3 aprile 2018), n. 14800.pdf

Rinnovazione del dibattimento

Le Sezioni unite della Cassazione penale, chiamate a pronunciarsi sulla questione controversa «se il giudice di appello, investito di una impugnazione dell'imputato avverso la sentenza di condanna di primo grado, fondata in tutto o in parte su ...

Leggi dopo
Quesiti Operativi Quesiti Operativi

Le registrazione di conversazioni tra presenti dopo l'introduzione dell'art. 617-septies c.p.

06 Aprile 2018 | di Luigi Giordano, Andrea Nocera

Intercettazioni di conversazioni o comunicazioni

Alla luce della nuova fattispecie di cui all'art. 617-septies c.p., introdotta dal d.lgs. 216 del 2017, è ancora legittima la registrazione effettuata dal privato di colloqui ai quali partecipa o assiste? L'art. 1 del d.lgs. 29 dicembre 2017, n. 216 ha introdotto la nuova fattispecie di cui all'art. 617-septies (Diffusione di riprese e registrazioni fraudolente) che punisce «Chiunque, al fine di recare danno all'altrui reputazione o immagine, diffonde con qualsiasi mezzo riprese audio o video, compiute ...

Leggi dopo
Giurisprudenza commentata Giurisprudenza commentata

La responsabilità del curatore fallimentare per il reato di omesso versamento Iva

06 Aprile 2018 | di Ciro Santoriello

Cass. pen., Sez. III,

Reati tributari

La vicenda da cui origina la decisione in commento offre l'occasione per riflettere su un tema che si affaccia di frequente nella prassi ovvero chi sia il soggetto penalmente responsabile per i reati tributari in tema di omesso versamento delle ritenute d'acconto o degli acconti Iva. Il problema ha ragione di porsi in quanto entrambi i predetti illeciti sono reati a consumazione istantanea ...

Leggi dopo
Giurisprudenza commentata Giurisprudenza commentata

L'elemento psicologico nel reato di stalking. Una nuova lettura da parte della Corte d'appello di Roma

05 Aprile 2018 | di Piera Gasparini

Corte d'appello di Roma

Stalking

Può la sussistenza di un conflitto genitoriale in merito all'affidamento del figlio minore in fase di separazione, all'origine delle condotte persecutorie, escludere l'elemento psicologico del reato di stalking?

Leggi dopo

Pagine