Homepage

Focus Focus

Condominio: il trattamento sanzionatorio penale delle infedeltà amministrative

11 Gennaio 2018 | di Fausto Moscatelli

Appropriazione indebita

La responsabilità penale dell'amministratore condominiale ricomprende due grandi aree: quella della colpa professionale e quella della infedeltà al mandato ad amministrare. La prima, di natura colposa, è trattata nella bussola «La responsabilità penale dell'amministratore condominiale». Qui invece verrà trattato lo stato della giurisprudenza sul trattamento sanzionatorio degli illeciti penali da infedeltà, ovvero delle condotte scientemente ascrivibili all'amministratore condominiale, tanto nella fase esecutiva del mandato quanto nella fase della remissione dello stesso.

Leggi dopo
Focus Focus

Cooperazione colposa. Le problematiche ancora aperte e le soluzioni della giurisprudenza

10 Gennaio 2018 | di Giacomo Ferrando

Cooperazione colposa

La previsione espressa del concorso nel delitto colposo non ha ovviamente risolto tutti i problemi ermeneutici esistenti in subiecta materia. Uno degli aspetti più dibattuti consiste nella individuazione della linea di confine tra il concorso nel delitto colposo – o cooperazione colposa, usando le parole dell'art. 113 c.p. – e il concorso di cause colpose indipendenti, previsto dall'art. 41, comma 3, c.p.

Leggi dopo
Giurisprudenza commentata Giurisprudenza commentata

Conseguenze dell'omesso deposito dei verbali che documentano l'esecuzione del test alcolimetrico

10 Gennaio 2018 | di Marco Galati

Cass. pen., Sez. IV,

Circolazione stradale

L'imputato, condannato per il reato di guida in stato di ebbrezza, ha proposto ricorso per cassazione avverso il provvedimento di conferma emesso in secondo grado eccependo, fra l'altro, l'omesso deposito del verbale degli accertamenti tecnici costituiti dal test alcolimetrico eseguiti sull'imputato ai sensi dell'art. 354 c.p.p.

Leggi dopo
News News

Misure di prevenzione personali. L’"attualità" va accertata anche per l’indiziato di appartenere ad associazione mafiosa

09 Gennaio 2018 | di Redazione Scientifica

Cass. pen., Sez. unite, 30 novembre 2017 (dep. 4 gennaio 2018), n. 111

Misure di prevenzione

Le Sezioni unite della Cassazione, sentenza n. 111, depositata il 4 gennaio 2018, hanno affermato il seguente principio di diritto: «Nel procedimento applicativo delle misure di prevenzione personali agli indiziati di appartenere ad una associazione di tipo mafioso, è necessario accertare il requisito della attualità della pericolosità del proposto».

Leggi dopo
La Bussola LA BUSSOLA

Confisca (misura di prevenzione)

09 Gennaio 2018 | di Francesco Menditto

Il “salto di qualità”del sistema della prevenzione avviene quando la l. 646/1982 (c.d. legge Rognoni-La Torre) introduce nell’ordinamento il sequestro e la confisca dei beni indiziariamente di provenienza illecita nella disponibilità, diretta o indiretta, degli indiziati di appartenenza alla mafia, soggetti cui si applicano le misure di prevenzione personali in forza della l. 575/1965. Si prevede, dunque, una forma di confisca che prescinde dalla condanna e che consente di acquisire allo Stato beni (di illecita provenienza) in assenza di un nesso strumentale con un reato, come previsto fino a quel momento dall’unica forma di confisca disciplinata dal codice penale (art. 240 c.p.) e dalle leggi speciali ...

Leggi dopo
Giurisprudenza commentata Giurisprudenza commentata

Peculato. Il titolare della ricevitoria che ritardi nel deposito delle somme riscosse commette reato?

09 Gennaio 2018 | di Carmine Gatto

Cass. pen., Sez. VI

Peculato

La Corte di legittimità, nella pronuncia in commento, elimina ogni dubbio in ordine alla collocazione temporale della condotta tipica del peculato, anche in relazione a più azioni commesse nel tempo (come nel caso in esame) e traccia una via di certezza che rende più agevole comprendere quando un’azione entri nell’alveo di tale fattispecie.

Leggi dopo
Giurisprudenza commentata Giurisprudenza commentata

La responsabilità medica in una “equipe diacronica” e l'efficienza causale dell'errore da trasfusione

08 Gennaio 2018 | di Federico Lucariello, Maria Hilda Schettino

Cass. pen., Sez. IV

Attività medico-chirurgica

Nel provvedimento in commento la Cassazione affronta tre questioni fondamentali: la prima concerne l'efficienza causale che si deve attribuire all'errore nella trasfusione di sangue rispetto all'evento consistito nel decesso del paziente; la seconda riguarda il criterio logico-giuridico che ...

Leggi dopo
Focus Focus

Le buone prassi delle procure e la politica giudiziaria. Il paradosso dell’uovo e della gallina

08 Gennaio 2018 | di Luana Granozio

Procura Roma

Notizia di reato

Le circolari delle procure fissano le linee direttive su specifici aspetti organizzativi dell’ufficio ma sempre più spesso, offrono anche spunti di politica giudiziaria generale. L’interpretazione delle disposizioni relative all’iscrizione delle notizie di reato ...

Leggi dopo
Focus Focus

Compatibilità tra giusto processo e dichiarazioni acquisite ex art. 512 c.p.p.

05 Gennaio 2018 | di Francesca Di Muzio

Giusto processo

Il presente contributo affronta il tema del diritto al confronto nei casi di testimoni irreperibili andando ad analizzare, alla luce della giurisprudenza della Corte europea dei diritti dell'uomo, se e quando riconoscere efficacia di prova a dichiarazioni assunte attraverso metodi che non permettono all'accusato di confrontarsi con il proprio accusatore, quale il regime di utilizzo delle letture previsto negli artt. 512 ss. c.p.p.

Leggi dopo
Giurisprudenza commentata Giurisprudenza commentata

La corruzione in appalto è un reato in contratto: la confisca coinvolge solo il profitto derivante dall'attività illecita

05 Gennaio 2018 | di Ciro Santoriello

Cass., pen., Sez. VI

Corruzione

Nel caso in cui l'illecito sia commesso nell'ambito di un'attività d'impresa lecita, il provvedimento ablatorio deve essere circoscritto ...

Leggi dopo

Pagine