Bussola

Traffico di influenze illecite

26 Settembre 2019 |

Sommario

Inquadramento | Interesse tutelato | Profili strutturali: soggetti attivi. Proiezione soggettiva del piano criminoso | (Segue). Porzione oggettiva del tipo criminoso | (Segue). Il pactum sceleris | (Segue). La direzioni finalistica del sinallagma criminoso | (Segue). Il dibattuto ruolo delle espressioni "indebitamente" e "illecita" | (Segue). natura antecedente o susseguente del patto di influenze | Elemento oggettivo | Le vicende della consumazione | Apparato sanzionatorio | Fattispecie circostanziali | Clausola di sussidiarietà espressa. Rapporti con altri reati | (Segue). Concorso (apparente) con la corruzione propria e con la corruzione in atti giudiziari | (Segue). ... e con la corruzione per l'esercizio della funzione | (Segue). Rapporti con la concussione e l'induzione indebita ex art. 319-quater c.p. | (Segue). Rapporti con il millantato credito | Profili processuali |

 

Il traffico di influenze illecite è fattispecie incriminatrice, di recente introduzione, che si inscrive in un trend di profonda rivisitazione, potenziamento e integrazione delle strategie di contrasto al fenomeno corruttivo, inaugurato dalla l. n.  190/2012. Quest'ultimo, genericamente riferito a un «incontro delle volontà tra un soggetto qualificato (c.d.intraneus) e un soggetto privato (c.d. extraneus) in forza del quale il secondo ‘compra' il favore del primo» (BENUSSI, I delitti contro la pubblica amministrazione. Tomo I. I delitti dei pubblici ufficiali, in Trattato di diritto penale. Parte speciale, diretto da Marinucci-Dolcini, Padova, 2013, 587), pare aver progressivamente mutato conformazione, complessificandosi, da plurimi punti di vista. Anzitutto, si è assistito al superamento di forme elementari, episodiche, occasionali, inquadrabili in un modello c.d. “pulviscolare” di corruttela, che è andata assumendo carattere endemico e portata sistemica (MANNOZZI, Combattere la corruzione: tra criminologia e diritto penale, in Dir. pen. e proc., 2008, 775). Inoltre, alla tradizionale dualità del pactum sceleris sembrano affiancarsi moduli delittuosi spersonalizzati (Spena, Il “turpe mercato”. Teoria e riforma dei delitti di corruzione pubblica, Milano, 2003, 45), la cui com...

Leggi dopo