Bussola

Sospensione condizionale della pena

Sommario

Inquadramento | La concessione del beneficio: requisiti e poteri del giudice | Sospensione condizionale e pena inferiore a un anno | La sospensione condizionata | Gli effetti | La revoca | Sospensione condizionale e indulto | Aspetti processuali | Casistica |

 

Le più recenti modifiche normative sul versante processuale (si pensi alla legge 67/2014 e, da ultimo, all’intervento sul sistema cautelare di cui alla legge 47/2015) impongono un complessivo ripensamento dell’istituto della sospensione condizionale della pena che, nato nell’ottica specialpreventiva quale deroga al regime ordinario di esecuzione della pena, ha progressivamente mutato la sua natura, sino a diventare un vero e proprio strumento di decarcerizzazione.   In evidenza La riforma del 2004, attuata con la legge 145, ha favorito un sostanziale automatismo applicativo dell’istituto, che il giudice del caso concreto finisce spesso per attagliare all’imputato all’esito di un giudizio prognostico obiettivamente tautologico, privo di un sostanziale contenuto motivazionale, anche perché intrinsecamente connotato da una capacità previsionale di cui nessuno ragionevolmente dispone.

Leggi dopo