Bussola

Sentenza

19 Gennaio 2017 |

Sommario

Inquadramento | Sentenza di proscioglimento | Sentenza di non luogo a procedere | Sentenza di non doversi procedere | Sentenza di assoluzione | Sentenza a seguito di giudizio abbreviato | Sentenza di condanna | Obbligo di motivazione della sentenza |

 

La sentenza nel processo penale è un atto decisorio formale, emesso a seguito della ricostruzione di una vicenda dedotta in giudizio - giudizio inteso come contesa tra ipotesi concorrenti dal quale scaturisce la decisione. L'istituto è disciplinato dagli articoli 529-543 del codice di procedura penale con previsione di vari tipi di sentenza: sentenza di non luogo a procedere (art. 425 c.p.p.) sentenza di proscioglimento sentenza di assoluzione (art. 529 e 530 c.p.p.) sentenza di condanna (art. 533 c.p.p) La sentenza è pronunciata in nome del popolo italiano e reca l'intestazione: Repubblica Italiana. Essa deve contenere a pena di nullità (art. 546 c.p.p.) l'indicazione del giudice che l'ha pronunciata; l'indicazione delle parti e dei loro difensori; le conclusioni del pubblico ministero e quelle delle parti; la concisa esposizione delle ragioni di fatto e di diritto della decisione; il dispositivo, con l'indicazione degli articoli di legge applicati, la data della deliberazione e la sottoscrizione del giudice. La sentenza emessa dal giudice collegiale è sottoscritta soltanto dal presidente e dal giudice estensore. Se il presidente non può sottoscrivere per morte o per altro impedimento, la sentenza viene sottoscritta dal componente più anziano del collegio, purché prima della ...

Leggi dopo