Bussola

Privacy

05 Aprile 2019 |

Sommario

Abstract | Il doppio binario sanzionatorio | La depenalizzazione | Questioni in tema di riserva di codice | Le ipotesi di cui all'art. 167 | Sulla nozione di nocumento | Rapporti con altre ipotesi di reato. Scriminanti | L'art. 43 del d.lgs. n. 51/2018 | Le nuove ipotesi di reato: 167-bis e -ter | Il trattamento su “larga scala” | Le falsità al Garante e inosservanza dei suoi provvedimenti | Le ulteriori modifiche apportate dal d.lgs. 51/2018 | Violazioni delle disposizioni in materia di controlli a distanza e indagini sulle opinioni dei lavoratori | Pene accessorie | Rapporti tra d.lgs. 101/2018 e d.lgs. 231/2001 | Brevi considerazioni conclusive | Guida all'approfondimento |

 

Con la pubblicazione nella G.U. n. 205 del 4 settembre 2018 del d.lgs. 10 agosto 2018, n. 101, si è concluso il percorso di recepimento nell'ordinamento interno della nuova normativa in tema di protezione dei dati personali, di cui al reg. UE 2016/679. Il decreto di adeguamento, in vigore dal 19 settembre 2018, ha previsto per i successivi otto mesi una certa flessibilità nell'applicazione delle disposizioni sanzionatorie. Questo periodo sta scadendo: è dunque giunto il momento di fare “il punto della situazione” dal momento che deve ritenersi imminente il passaggio dall'adeguamento al G.D.P.R. agli accertamenti ed all'irrogazione delle eventuali sanzioni, anche penali.

Leggi dopo