Bussola

Patrocinio a spese dello Stato

29 Dicembre 2016 |

Sommario

Inquadramento | Il procedimento | Beneficio per casi particolari: il testimone assistito e le persone giuridiche | Casistica |

 

Il testo unico in materia di spese di giustizia, in vigore dal 1 luglio 2002 regola l'istituto del patrocinio a spese dello Stato. È la Carta costituzionale che consacra il diritto all'accesso alla giustizia per i soggetti meno abbienti in virtù dell'art. 24, comma 1, Cost. secondo il quale è garantita la facoltà di stare in giudizio per la tutela dei propri diritti ed interessi legittimi. Lo Stato, ex art. 3, comma 2, Cost. ha il dovere di rimuovere gli ostacoli di ordine economico e sociale che impediscono il pieno sviluppo della persona umana. Devono essere assicurati, per la piena espressione del diritto di difesa, idonei istituti che permettano ai ceti più deboli di accedere alla giurisdizione, quale mezzo per il riconoscimento delle proprie ragioni. Le garanzie costituzionali del nostro ordinamento sono omologhe alle espressioni di carattere generale sovranazionale: la Cedu all'art. 6, comma 3, afferma che ogni accusato, se non ha i mezzi per pagare un difensore, ha diritto ad essere assistito gratuitamente quando lo esigano esigenze di giustizia, così come l'art. 14 par. 3 lett. d) del Patto internazionale sui diritti civili e politici e l'art. 47, comma 3, della Carta dei diritti fondamentali dell'Unione europea stabiliscono che a coloro che non dispongono di mezzi suf...

Leggi dopo