Bussola

Omissione di atti di ufficio

Sommario

Inquadramento | Rifiuto di atti d'ufficio | L'omissione di atti d'ufficio | Vicende processuali | Casistica |

 

La formulazione dell’art. 328 c.p., introdotta dall’art. 16, l. 26 aprile 1990, n. 86 contiene al suo interno due distinte fattispecie delittuose: al primo comma si sanziona la condotta del pubblico ufficiale o dell’incaricato di un pubblico servizio che indebitamente rifiuta un atto del proprio ufficio che, per ragioni di giustizia o di sicurezza pubblica o di ordine pubblico o di igiene e sanità, deve essere compiuto senza ritardo; al secondo comma è invece punita la mera omissione del pubblico ufficiale o dell’incaricato di un pubblico servizio che entro trenta giorni dalla richiesta di chi vi abbia interesse non compie l’atto del suo ufficio e non risponde per esporre le ragioni del ritardo.

Leggi dopo