Bussola

Lesioni (colpose e dolose)

08 Luglio 2016 |

Sommario

Inquadramento | Elemento soggettivo | Elemento oggettivo | La condotta e il nesso causale | Aspetti medico legali | Circostanze aggravanti e perseguibilità | Lesioni personali colpose | (Segue). Elemento soggettivo ed oggettivo | Lesioni personali stradali. Art. 590-bis c.p. |

 

La fattispecie del delitto di lesioni personali, è descritta nell'art. 582 c.p., che si trova collocato nel Libro II, Titolo XII  Dei delitti contro la persona, ed è normativamente descritta come chiunque cagiona ad alcuno una lesione personale, dalla quale deriva una malattia nel corpo o nella mente, è punito con la reclusione da tre mesi a tre anni. Come si può subito notare è reato a condotta libera, che reca in se la descrizione di un evento naturalistico, identificabile nelle lesioni personali da cui deriva una malattia.  Tale fattispecie, non trova nella sua rubrica, a differenza del delitto di Lesioni personali colpose, la specificazione dell'elemento soggettivo richiesto per la sua perfezione. La mancata specificazione dell'elemento soggettivo, è giustificata dalla previsione dell'art. 42,  comma 2, c.p., in cui il Legislatore stabilisce che nessuno può essere punito per un fatto stabilito dalla legge come delitto se non l'ha commesso con dolo, salvi i casi di delitto preterintenzionale o colposo espressamente preveduti dalla legge. La sopra riportata definizione, consente di evidenziare come la forma principale di imputazione soggettiva con riferimento ai delitti sia il dolo; proprio per tale motivo nella norma descrittiva di fattispecie non è necessaria la specificaz...

Leggi dopo