Bussola

Ignoti (procedimento a carico di)

Sommario

Inquadramento | Termini delle indagini e prassi patologiche | Le investigazioni | L'archiviazione | Esiti del procedimento. Accoglimento della richiesta di archiviazione | (Segue). Il rigetto dell'istanza | (Segue). Iscrizione coatta | Sviluppi procedurali | Casistica |

 

Quanto maggiore è la spinta verso l'attuazione dei principi propri del modello accusatorio tanto più rigide sono le barriere all'ingresso dell'ignoto nella vicenda processuale. Di conseguenza, quando l'azione penale non consegue più a una sommaria delibazione della non manifesta infondatezza della notizia di reato e l'imputazione si qualifica alla stregua di una prognosi che investe tanto l'esistenza dell'illecito quanto la responsabilità del suo autore, l'unico segmento di cui può essere protagonista l'ignoto è la fase delle indagini preliminari. Qui gli obbiettivi di fondo non cambiano, perché a prescindere dalla qualificazione soggettiva della notitia criminis, resta integro l'obbligo posto dall'art. 112 Cost. La differenza è che l'unica via di accesso all'alternativa tra esercizio dell'azione penale e richiesta di archiviazione è l'accertamento dell'identità dell'autore del reato. Quest'ultimo aspetto, tuttavia, non deve trarre in inganno; in primo luogo, perché non bisogna pensare che laddove il procedimento sia a carico di ignoti l'obbiettivo della ricostruzione del fatto assuma un ruolo marginale rispetto a quello dell'individuazione del colpevole; non solo, infatti, vi sono casi in cui sono proprio i risultati dell'indagine sulla dimensione oggettiva dell'illecito che ...

Leggi dopo