Bussola

Esercizio di un diritto

Sommario

Inquadramento | Caratteristiche principali | Concetto di "diritto" | Fonti del diritto scriminante | Limiti dell'esercizio del diritto | Le diverse manifestazioni dell'esercizio di un diritto | Casistica |

 

Tra le cause di giustificazione previste dal codice penale, la cui caratteristica principale è quella di rendere lecito un fatto conforme ad una fattispecie incriminatrice facendo venire meno l'antigiuridicità del fatto stesso, vi è l'esercizio di un diritto. Secondo l'art. 51, comma 1, c.p. non può essere punito chi agisce nell'esercizio di un suo diritto compiendo atti o fatti che integrano una fattispecie prevista dalla legge come reato. Presupposto per l'applicazione di tale scriminante, è l'esistenza di un conflitto tra norme che disciplinano la stessa situazione di fatto, conflitto che può risolversi seguendo tre diversi criteri: gerarchico, la norma superiore prevale su quella inferiore; cronologico, la norma posteriore prevale su quella anteriore; di specialità, la norma speciale prevale su quella generale. Inoltre, l'esistenza e l'esercizio del diritto, non bastano da sole ad escludere la punibilità ma occorrono altre circostanze. Le ipotesi più significative di esercizio del diritto sono: il diritto di cronaca e il diritto di critica, il diritto di sciopero, lo ius corrigendi, gli offendicula e il diritto di difesa.

Leggi dopo