Bussola

Errore giudiziario

24 Luglio 2015 |

Sommario

Inquadramento | I presupposti | La cause di esclusione | Le modalità di riparazione | Aspetti processuali | Casistica | Guida all'approfondimento |

 

L’errore giudiziario, derivante dalla celebrazione del processo penale, è conseguenza possibile e, di fatto, ineludibile, di ciascun percorso processuale che si conclude necessariamente con una decisione. Nel processo penale l’eventuale errore giudiziario che scaturisca da una decisione ingiusta, tanto perché derivante dal mancato rispetto di regole procedurali, quanto perché la ricostruzione del merito non corrisponde alla realtà dei fatti (o alla diversa realtà emersa da un secondo giudizio), assume un peso di particolare rilevanza, atteso che la sentenza di condanna (provvedimento che ha maggiore capacità di incidere negativamente sull’esistenza dell’imputato) è in grado di incidere significativamente sulla libertà personale, sull’immagine, sulla capacità lavorativa e altri significativi aspetti della vita privata dell’imputato. Attesa l’impossibilità, in qualsiasi sistema processuale, di eliminare radicalmente l’errore giuridico, ciascun ordinamento è tenuto a dotarsi, in primis, di meccanismi procedurali che ne prevengano la produzione ed, in secondo luogo, a predisporre rimedi riparatori idonei a garantire ex post un ristoro a chi abbia subito l’errore giudiziario. Dopo un lungo percorso legislativo e giurisprudenziale, il nostro ordinamento riconosce oggi la riparazione...

Leggi dopo

Le Bussole correlate >