Bussola

Corte costituzionale

20 Gennaio 2016 |

Sommario

Inquadramento | Il sindacato di legittimità costituzionale delle leggi | Le decisioni della Corte costituzionale |

 

La Carta costituzionale a chiusura dell’ordinamento della Repubblica (Parte II della Costituzione) al Titolo VI, nel contesto delle garanzie costituzionali, prevede l’istituzione della Corte costituzionale e ne regola la composizione (art. 135 Cost.) le funzioni (art. 134 Cost.) e le regole dei relativi giudizi (artt. 136-137 Cost.). In particolare, con riferimento ai poteri della Corte costituzionale, vanno segnalati: a) il giudizio sulle controversie relative alla legittimità costituzionale delle leggi e degli atti aventi forza di legge, dello Stato e delle regioni; b) il giudizio sui conflitti di attribuzione tra i poteri dello Stato e su quelli tra lo Stato e le regioni; c) il giudizio sulle accuse contro il Presidente della Repubblica ed i ministri (secondo l’art. 134 della Costituzione) e d) il controllo sull’ammissibilità delle richieste di referendum abrogativo (secondo l’aggiunta contenuta nella legge cost. n. 1 del 1953). In questo contesto, anche per il suo peculiare significato per la giustizia penale, l’attenzione va portata sul sindacato di legittimità delle leggi.

Leggi dopo

Esplora i contenuti più recenti su questo argomento