Bussola

Confisca (misura di sicurezza)

04 Settembre 2015 |

Sommario

Inquadramento | La confisca ordinaria | La confisca facoltativa | La confisca obbligatoria | Ipotesi speciali di confisca | Aspetti processuali | Casistica |

 

Nel nostro ordinamento con il termine confisca si indicano numerosi istituti aventi presupposti e funzione assai diversi. La confisca prevista dall’art. 240 c.p. è una misura di sicurezza patrimoniale, fondata sulla pericolosità derivante dalla disponibilità di cose servite o destinate a commettere il reato, ovvero delle cose che ne sono il prodotto o il profitto; mira a prevenire la commissione di ulteriori reati e ha natura sostanzialmente cautelare e non punitiva, anche se, come la pena, i suoi effetti ablativi si traducono in una sanzione pecuniaria. Accanto ad essa sono state introdotte nell’ordinamento nuove ipotesi di confisca dei beni strumentali alla consumazione del reato e del profitto ricavato, come quelle previste dagli artt. 322-ter, 600-septies, 640-quater, 644, 648-quater, 270-bis, 446, 452-undecies, 544-sexies, 600-septies, 648-quater, 722 e 733 c.p. Vi sono, poi, ipotesi di confisca c.d. speciale, come ad es. quella prevista dall’art. 12-sexies, l. 356/1992, che ha ad oggetto i valori di cui il condannato per determinati reati non è in grado di giustificare la legittima provenienza e comunque sproporzionati alla sua capacità reddituale, o quella prevista dall’art. 19, d.lgs. 231/2001, in materia di enti collettivi. In tutti questi casi non sempre la confisca ...

Leggi dopo

Esplora i contenuti più recenti su questo argomento