Bussola

Circolazione stradale

Sommario

Inquadramento | La circolazione stradale nel codice penale | L’omissione di soccorso | I reati previsti dal codice della strada | Aspetti processuali | Casistica |

 

La disciplina sanzionatoria dei fatti commessi in violazione delle regole della circolazione stradale si muove attualmente lungo un duplice binario, laddove la risposta penalistica si affianca sempre più di frequente ad una serie di interventi repressivi di stampo amministrativo, in una congerie normativa che non agevola il lavoro dell’interprete e rischia di acuire il disorientamento degli operatori; ciò appare tanto più rilevante in ragione dell’ineludibilità dell’attività stessa, caratterizzata attualmente da un elevatissimo coefficiente di rischio per le più disparate motivazioni (inadeguatezza delle infrastrutture; comportamenti imprudenti e negligenti degli utenti; riduzione delle risorse destinate all’effettuazione dei controlli). Il doppio binario punitivo costituisce nondimeno una linea di tendenza del legislatore sufficientemente stabilizzata, che prende le mosse dal mantenimento dell’originaria ricostruzione dogmatica degli articoli 589 e 590 c.p. nonché delle disposizioni penali contenute all’interno del codice della strada, per poi differenziarsi soprattutto a seguito del decreto legislativo 507/1999 (che ebbe a depenalizzare una cospicua serie di condotte, trasferendole nel novero degli illeciti amministrativi).

Leggi dopo

Esplora i contenuti più recenti su questo argomento