News

Mafia Capitale: è associazione per delinquere ma non di stampo mafioso. Le motivazioni della Cassazione

12 Giugno 2020 |

Cass. pen., Sez. VI, 22 ottobre 2019 (dep. 12 giugno 2020), n. 18125

Associazione per delinquere

La Corte di Cassazione, Sez. VI penale, ha depositato le motivazioni della sentenza relativa al processo “Mafia Capitale”.

Con la decisione del 22 ottobre scorso era stato “escluso il carattere mafioso dell’associazione contestata agli imputati e ha riaffermato l'esistenza, già ritenuta nel processo di primo grado, di due distinte associazioni per delinquere semplici”.

 

Con più di 370 pagine di motivazione i giudici di legittimità spiegano come “senza affatto negare che sul territorio del comune di Roma possano esistere fenomeni criminali mafiosi … i risultati probatori hanno portato a negare l'esistenza di una associazione per delinquere di stampo mafioso: non sono stati infatti evidenziati né l'utilizzo del metodo mafioso, né l'esistenza del conseguente assoggettamento omertoso ed è stato escluso che l'associazione possedesse una propria e autonoma ‘fama' criminale mafiosa".

Leggi dopo