News

La Riforma sulla giustizia penale è legge

Dopo un travagliato iter legislativo, durato più di due anni, la Camera ha approvato definitivamente il disegno di legge recante Modifiche al codice penale, al codice di procedura penale e all’ordinamento penitenziario.

Il provvedimento è costituito da un unico articolo composto da 95 commi.

 

Le principali modifiche riguardano:

  • l’introduzione di una nuova causa di estinzione del reato per condotte riparatorie;
  • l’aumento delle pene per il reato di scambio elettorale politico – mafioso e per alcuni reati contro il patrimonio;
  • la disciplina della prescrizione:
  • la definizione del procedimento per incapacità dell’imputato;
  • la disciplina dell’elezione di domicilio presso il difensore e quella del differimento del colloquio con il difensore
  • la disciplina delle indagini preliminari;
  • la disciplina dei riti speciali, in particolare il rito abbreviato;
  • la disciplina delle impugnazioni, dove viene introdotto il concordato in appello;

 

Inoltre, il Governo è delegato ad adottare una serie di decreti legislativi aventi ad oggetto:

  • la modifica della disciplina del regime di procedibilità per taluni reati  e delle misure di sicurezza personali e per il riordino di alcuni settori del codice penale;
  • la revisione della disciplina del casellario giudiziale;
  • la riforma della disciplina in materia di intercettazione di conversazioni o comunicazioni;
  • la riforma della disciplina in materia di giudizi di impugnazione nel processo penale;
  • la riforma dell’ordinamento penitenziario.
Leggi dopo