News

Il Consiglio d’Europa ha revisionato le regole penitenziarie europee del 2006

10 Luglio 2020 | Detenzione

Il Consiglio d’Europa ha adottato una Raccomandazione con cui ha provveduto ad aggiornare le regole penitenziarie europee del 2006. Tra le discipline maggiormente revisionate vi è quella relativa all’isolamento dei detenuti.

 

 

Il Comitato dei Ministri del Consiglio d’Europa ha adottato una Raccomandazione che ha aggiornato le regole penitenziarie europee del 2006.
Contenenti le norme e i principi giuridici principali relativi alla gestione delle carceri, al personale e al trattamento dei detenuti, tali regole rappresentano un riferimento globale per i 47 Stati membri del Consiglio d’Europa nelle loro legislazioni, politiche e pratiche.

L’aggiornamento ha riguardato le regole sulla registrazione delle informazioni sui detenuti e sulla gestione dei loro fascicoli, sul trattamento delle donne detenute, sui cittadini stranieri e sull’utilizzo di speciali misure di elevata sicurezza come la separazione dei detenuti da altri detenuti, l’isolamento, gli strumenti di contenzione, la necessità di garantire adeguati livelli di personale penitenziario, l’ispezione e il monitoraggio.
Per quanto concerne la disciplina dell’isolamento, la raccomandazione ha previsto che tutte le decisioni in merito dovranno essere sempre prese come ultima istanza, tenendo conto dello stato di salute del detenuto, che gli Stati dovranno includere nella loro legislazione nazionale il periodo massimo per il quale può essere imposto, stabilendolo in modo specifico e nel più breve tempo possibile. Infine, coloro che saranno sottoposti a tale misura dovranno ricevere quotidianamente la visita del direttore del carcere o di un membro autorizzato del personale penitenziario, nonché quella di un medico.

Leggi dopo