Giurisprudenza sovranazionale

Affermazioni razziali. La limitazione della libertà di espressione deve parametrarsi al contesto storico-sociale

 

La sentenza della Corte riguarda il caso di un politico Turco che ha espresso, nel corso di eventi pubblici tenutisi in Svizzera nel 2005, l’opinione secondo cui le deportazioni di massa e i massacri subiti dagli Armeni nel 1915 nell’Impero Ottomano non sarebbero state un “genocidio”.

Leggi dopo