Focus

Riciclaggio e dichiarazione fraudolenta. Un falso arresto giurisprudenziale da parte della Cassazione

11 Maggio 2020 | ,

Cass. pen., Sez. II,

Sequestro preventivo

Sommario

Abstract | La complessa vicenda sottostante | La sentenza in esame: arresto giurisprudenziale o altro? | Il valore dei precedenti: i criteri di corretta individuazione del profitto sequestrabile ai fini di confisca | In conclusione | Guida all'approfondimento |

 

La Corte di Cassazione, Seconda Sezione Penale, con la sentenza in commento, ha affrontato, ancora una volta, una fattispecie riguardante il sequestro preventivo per equivalente riconducibile al rapporto tra il delitto (presupposto) di dichiarazione fraudolenta mediante l'uso di fatture o altri documenti per operazioni inesistenti e i delitti di riciclaggio e impiego di denaro, beni o utilità di provenienza illecita.

Leggi dopo