Focus

Lo “spionaggio” coniugale: limiti e garanzie di tutela nell'ambito degli accertamenti telefonici e informatici

Sommario

Abstract | Lo “spionaggio” familiare tra sociologia e diritto | Le interferenze illecite nella vita privata | La presa di cognizione di comunicazioni telefoniche o informatiche | Gli accessi abusivi a un sistema informatico o telematico | La rilevanza delle condotte illecite e l'utilizzo dei documenti acquisiti | In conclusione | Guida all'approfondimento |

 

La crisi del rapporto coniugale determina frequentemente una serie di attività dirette a “verificare” le condotte del partner, per finalità strettamente private o per utilizzare gli elementi così raccolti in sede giudiziale. Laddove l'acquisizione di tali elementi sia posta in essere in termini penalmente rilevanti, quanto e in quali termini gli esiti dell'attività possono essere ritenuti utilizzabili?

Leggi dopo