Focus

L'applicazione delle misure di prevenzione agli indiziati del delitto di atti persecutori

Sommario

Abstract | Inquadramento generale della norma nel sistema sovranazionale di tutela delle vittime di violenza di genere | Giurisprudenza evolutiva ante riforma | L'applicazione della misura di prevenzione all'autore del delitto di atti persecutori. In generale | La differenza di tutela rispetto alle misure cautelari personali | I limiti di applicazione della misura di prevenzione patrimoniale all'autore del delitto di atti persecutori | In conclusione |

 

Il crescente allarme per l'estensione del fenomeno della violenza nei confronti delle donne e l'inadeguatezza dimostrata sia dalle misure cautelari che dalle sanzioni penali hanno portato il Legislatore a estendere le misure di prevenzione, utilizzate per reprimere il fenomeno mafioso, anche a soggetti pericolosi che si rendano autori delle condotte previste dall'art. 612-bis c.p. La l. 161/2017 con l'aggiunta della lettera i-ter) all'art. 4, comma 1, del d.lgs. 159/2011 (codice antimafia) inserisce nella categoria della pericolosità qualificata, tra i destinatari ...

Leggi dopo

Le Bussole correlate >