Focus

La parte civile al tempo di Facebook. Legittimazione dei prossimi congiunti non conviventi e oneri di allegazione

Sommario

Abstract | Il danno risarcibile e la legittimazione all'azione civile nel processo penale | La legittimazione dei prossimi congiunti della vittima del delitto di omicidio | I presupposti della legittimazione iure proprio. I prossimi congiunti non conviventi | I principi affermati da Cass. pen., Sez. IV, n. 11428/2017. La non necessità della convivenza | (Segue). La prova dello stabile e duraturo legame affettivo | In conclusione |

 

I prossimi congiunti della vittima del delitto di omicidio possono esercitare l'azione civile nel processo penale non solo iure hereditatis, quali successori universali, in relazione al depauperamento del patrimonio del de cuius ma anche iure proprio, per il ristoro dei danni morali e patrimoniali sofferti a causa della morte del familiare; in quest'ultimo caso non ha decisivo rilievo, ai fini del riconoscimento della legittimazione ad agire, il requisito della convivenza, reputandosi necessario e sufficiente che ...

Leggi dopo