Focus

L’abuso di autorità e i soggetti qualificati nel reato di violenza sessuale su minori

17 Ottobre 2016 | Pedofilia

Sommario

Abstract | Il quadro normativo | La fattispecie di atti sessuali con minore ultrasedicenne ad opera di soggetti qualificati, mediante abuso di poteri | I rapporti tra la fattispecie di cui all'art. 609-bis, comma 1, e quella di cui art. 609-quater, comma 2, c.p. | In conclusione |

 

Gli ambiti applicativi del delitto di violenza sessuale per costrizione e di quello di atti sessuali con minore ultrasedicenne ad opera di soggetti qualificati, mediante abuso di poteri appaiono di facile individuazione quando la violenza si concretizza attraverso una coartazione fisica o psichica. Tale operazione ermeneutica può, invece, non risultare agevole quando la violenza si esplica mediante un abuso di autorità, intesa in un'accezione ampia, comprensiva anche dell'abuso di autorità non solo pubblica ma anche privata. La terza fattispecie prevista dal secondo comma dell'art. 609-quater c.p. punisce con la reclusione da tre a sei anni chi, al di fuori delle ipotesi disciplinate dall'art. 609-bis c.p., rivestendo un ruolo qualificato ...

Leggi dopo