Focus

Definizione del processo per incapacità irreversibile dell'imputato. Prime applicazioni pratiche

04 Gennaio 2018 |

Trib. Palermo

Capacità (a delinquere; criminale; d’intendere e di volere)

Sommario

Abstract | Prime applicazioni pratiche. La sentenza del Gip di Palermo | La questione | Il sistema ante-riforma e il problema degli “eterni giudicabili” | Il nuovo art. 72-bis c.p.p. | Il sistema delle impugnazioni della sentenza di non luogo a procedere emessa dal Gip e di non doversi procedere emessa dal giudice | Il nuovo art. 345, comma 2, c.p.p. e la definitività “provvisoria” della sentenza di proscioglimento per incapacità irreversibile | In conclusione |

 

Se, a seguito degli accertamenti disposti ai sensi dell'art. 70 c.p.p., l'imputato non è in condizione di partecipare coscientemente al procedimento penale e di esercitare i diritti che gli competono in tale ambito, per infermità ed incapacità di intendere e di volere, sopravvenuta al fatto, e si accerta che tale stato non è reversibile, il giudice può pronunciare direttamente sentenza di non luogo o di non doversi procedere, previa revoca dell'eventuale ordinanza di sospensione.

Leggi dopo