Focus

Attuazione delle delega sulle intercettazioni. Un’altra occasione mancata

Sommario

Abstract | La giurisprudenza creatrice di norme | Da un eccesso all'altro | L'abuso delle intercettazioni | La richiesta | I limiti di ammissibilità | Il divieto di intercettazione del difensore | Il decreto di autorizzazione | L'esecuzione delle operazioni | La documentazione delle operazioni | La trasmissione al P.M. per la conservazione nell’"archivio riservato" | Il deposito per la difesa | La "selezione bifasica" | L'intervento dei difensori | L'acquisizione al fascicolo delle indagini | L'archivio riservato | I divieti di utilizzazione | L’utilizzazione in procedimenti diversi | Il procedimento applicativo delle misure cautelari | Le intercettazioni per la ricerca del latitante | La trascrizione | Il nuovo reato di diffusione di riprese e registrazioni fraudolente | Le disposizioni transitorie | In conclusione |

 

La riforma rappresenta un’altra occasione mancata per disciplinare strumenti investigativi che la prassi ha introdotto da anni e che attendono una regolamentazione, come, ad esempio, le riprese visive nel domicilio di comportamenti non comunicativi o l’intercettazione delle comunicazioni mediante nuove tecnologie, quali VoIP, Skype, WhatsApp oppure l’impiego del GPS o il sempre più frequente utilizzo di velivoli a pilotaggio remoto (droni) per finalità investigative, capaci di procedere sia a intercettazioni di comunicazioni sia a riprese visive, mentre altri strumenti, come l’acquisizione dei tabulati telefonici e telematici necessitano ...

Leggi dopo