Focus

Appropriazione indebita e diritto di ritenzione

Sommario

Abstract | Il diritto di ritenzione | Fattispecie concrete nelle quali è stata esclusa la configurabilità del delitto di appropriazione indebita | Fattispecie concrete nelle quali è stato ritenuto configurabile il delitto di appropriazione indebita | In conclusione |

 

La Cassazione ha costantemente affermato che l'omessa restituzione della cosa e la sua ritenzione a titolo precario, a garanzia di un preteso diritto di credito, non integra il reato di appropriazione indebita ai sensi dell'art. 646 c.p., in quanto non modifica il rapporto tra il detentore ed il bene attraverso un comportamento oggettivo di disposizione uti dominus e l'intenzione soggettiva di interversione del possesso. Il diritto di ritenzione viene configurato dalla dottrina in quelle particolari situazioni in cui, a fronte di un mancato tempestivo adempimento di un'obbligazione, il creditore che detenga, in ragione del rapporto obbligatorio, una cosa di proprietà del debitore, può rifiutarsi di restituirla fino a quando l'obbligazione non sia stata adempiuta.

Leggi dopo