Contrasti giurisprudenziali

L’aggravante dell’agevolazione mafiosa come direzione della volontà

05 Febbraio 2020 |

Cass. pen., Sez. II,

Circostanze del reato
 

Il punto di decisione rimesso alle Sezioni unite ha un rilievo decisivo nell’applicazione di uno dei principali mezzi di contrasto che il legislatore del 1991 aveva approntato per il contrasto alla criminalità mafiosa. È un anno, il 1991, non sufficientemente attenzionato dagli storici della lotta alla mafia, ma è proprio in quei pochi mesi (che videro peraltro la presenza di Giovanni Falcone alla Direzione generale degli affari penali del Ministero di grazia e giustizia, come allora si chiamava) che si è costruito l’intero pacchetto di misure che ha più efficacemente contrastato i clan.

Leggi dopo

Le Bussole correlate >