Contrasti giurisprudenziali

Forme, condizioni e modalità delle intercettazioni a mezzo di virus informatico

 

Il decreto che dispone l'intercettazione di conversazioni o comunicazioni attraverso l'installazione in congegni elettronici di un virus informatico deve indicare, a pena di inutilizzabilità dei relativi risultati, i luoghi ove deve avvenire la relativa captazione? In mancanza di tale indicazione, l'eventuale sanzione di inutilizzabilità riguarda in concreto solo le captazioni che avvengano in luoghi di privata dimora al di fuori dei presupposti indicati dall'art. 266, comma 2, c.p.p.?

Leggi dopo