Homepage

News News

Lottizzazione abusiva: per la Cassazione i beni rimangono confiscabili anche se interviene la prescrizione

18 Febbraio 2019 | di Redazione Scientifica

Cass. pen., Sez. III, 8 novembre 2018 (dep. 7 febbraio 2019), n. 5936

Edilizia ed urbanistica

Il proscioglimento per intervenuta prescrizione maturato nel corso del processo non osta, sulla base di una lettura costituzionalmente e convenzionalmente orientata, alla confisca del bene oggetto di lottizzazione abusiva, a condizione che...

Leggi dopo
News News

I “fenomeni criminali” e l'erosione delle garanzie processuali

18 Febbraio 2019 | di Giorgio Spangher

Giusto processo

Le garanzie possono essere ridimensionate in presenza di reati di minore gravità e all'opposto devono essere rafforzate in presenza di reati particolarmente gravi? La risposta che sembra emergere con chiarezza è orientata nel senso che i diritti fondamentali della persona entrano sempre più in bilanciamento con le altre esigenze che ad esse si contrappongono. L'esigenza del contrasto, della lotta al fenomeno, delle istanze securitarie, inevitabilmente...

Leggi dopo
Focus Focus

La riforma della giustizia penale. Tempo di primi bilanci

18 Febbraio 2019 | di Renato Bricchetti

Impugnazioni

La giustizia penale, il diritto penale, il processo penale continuano a essere al centro del dibattito politico e non solo. È ormai trascorso un anno e mezzo dall'entrata in vigore della c.d. Riforma Orlando; un anno circa dall'entrata in vigore dei decreti delegati che l'hanno completata. Non è ancora tempo di resoconti ma alcune osservazioni in ordine all'impatto delle più attese tra le nuove disposizioni possono aiutare a capire, considerato che proprio in questi giorni sta riaprendosi...

Leggi dopo
News News

Utero in affitto: per la Cassazione è reato anche se la madre non riceve corrispettivo

15 Febbraio 2019 | di Redazione Scientifica

Cass. pen. 20 dicembre 2018 (dep. 17 gennaio 2019), n. 2173

Delitti contro la famiglia

La Corte d’appello di Napoli ha confermato la sentenza con la quale il Gip aveva condannato il padre biologico di un minore per aver, insieme alla propria compagna, partecipato all’accordo con cui un medico ginecologo aveva loro promesso, dietro corrispettivo, l’affidamento di un nascituro. L’accordo prevedeva, inoltre, l’alterazione dello stato di nascita del neonato ...

Leggi dopo
Giurisprudenza commentata Giurisprudenza commentata

Pubblico ufficiale “asservito all'interesse privato”: corruzione per l'esercizio della funzione o per atto contrario ai doveri d'ufficio?

15 Febbraio 2019 | di Luigi Giordano

Cass. pen., Sez. VI,

Corruzione

La legge 190/2012 ha riformulato l'art. 318 c.p. Questa disposizione, che puniva la Corruzione per un atto d'ufficio, dopo la riforma incrimina la Corruzione per l'esercizio della funzione, punendo il pubblico ufficiale, che, per l'esercizio delle sue funzioni o...

Leggi dopo
Focus Focus

Il nuovo codice della crisi d'impresa e le sue ricadute sulla disciplina della bancarotta

15 Febbraio 2019 | di Sergio Sisia, Carlo Tremolada

Reati fallimentari

La poderosa riforma della materia fallimentare realizzata con il decreto legislativo 12 gennaio 2019, n. 14, attuativo della legge delega 155/2017, pubblicato in Gazzetta ufficiale 14 febbraio 2019, n. 38 , nonostante sembri limitarsi all’adattamento linguistico delle vigenti disposizioni penal-fallimentari e alla loro pedissequa...

Leggi dopo
Focus Focus

Gli interventi del d.l. sicurezza in tema di pericolosità sociale: “ci sarà pure un giudice a Berlino”

14 Febbraio 2019 | di Ferdinando Brizzi

Misure di prevenzione

Vale la pena scomodare il celebre mugnaio di Postdam per commentare alcune delle novità introdotte dal c.d. decreto sicurezza convertito in legge con modificazioni dall'art. 1, legge 1 dicembre 2018 n. 132. Tale provvedimento legislativo si è tradotto in un significativo allargamento del potere questorile di applicare misure di prevenzione c.d. “atipiche”, segnatamente il Daspo urbano e quello sportivo. Tuttavia l'esercizio di tale potere non ha, sin qui, dato buona prova di sé: assai frequentemente si è scontrato con la “cultura della giurisdizione” che non tollera semplificazioni e generalizzazioni.

Leggi dopo
Focus Focus

La conversione delle pene pecuniarie dopo l’introduzione dell'art. 238-bis nel testo unico spese di giustizia

14 Febbraio 2019 | di Leonardo Degl'Innocenti, Francesco Faldi

Spese di giustizia e compensi dei difensori

A norma del combinato disposto degli artt. 136 c.p. e 102 della legge 24 novembre 1981, n. 689 (Modifiche al sistema penale) le pene pecuniarie non pagate per insolvibilità del condannato si convertono nella libertà controllata la cui durata non può superare il periodo massimo di un anno in caso di multa e di sei mesi in caso di ammenda. Per effetto della sentenza n. 1 del 12 gennaio 2012, con la quale la Corte costituzionale ha dichiarato l'illegittimità costituzionale...

Leggi dopo
Giurisprudenza commentata Giurisprudenza commentata

Infedeltà patrimoniale commessa dall'amministratore di una società. Chi è titolare del diritto di querela?

13 Febbraio 2019 | di Ciro Santoriello

Cass. pen., Sez. III,

Reati societari

Il reato di infedeltà patrimoniale è previsto dall’art. 2634 c.c., il quale punisce gli amministratori, i direttori generali e i liquidatori, che, avendo un interesse in conflitto con quello della società, al fine di procurare a sé o ad altri un ingiusto profitto o altro vantaggio, compiono o concorrono a deliberare atti di disposizione dei beni sociali, cagionando intenzionalmente alla società un danno patrimoniale; il delitto è procedibile a querela della persona offesa.

Leggi dopo
Focus Focus

L’anticorruzione riscrive il reato di traffico di influenze illecite

13 Febbraio 2019 | di Giuseppe Marra

Delitti contro la pubblica amministrazione

La legge anticorruzione (o c.d. spazzacorrotti) ha introdotto notevoli modifiche alla disciplina penalistica di contrasto alla corruzione, tra cui va segnalata la completa riformulazione del delitto di traffico di influenze illecite (art. 346-bis c.p.) che ha assorbito l’abrogato reato di millantato credito (art. 346 c.p.), ha ampliato la portata applicativa della norma e ha aumentato la pena. Le modifiche apportate sono per lo più condivisibili...

Leggi dopo

Pagine