Homepage

News News

Misure di prevenzione personali: stretta delle S.U. sull’obbligo di comunicazione delle variazioni patrimoniali

19 Aprile 2019 | di Redazione Scientifica

Cass. pen., Sez. Unite, 31 gennaio 2019 (dep. 17 aprile 2019), n. 16896

Misure di prevenzione

L’art. 80 del d.lgs. n. 159/2011, relativo all’obbligo, per i soggetti già sottoposti a misura di prevenzione personale ex lege n. 1423 del 1956, di comunicare le variazioni del proprio patrimonio, la cui omissione è penalmente sanzionata dall’art. 76, comma 7, del d.lgs. n. 159 del 2011, si applica anche quando il provvedimento che ha disposto la misura è divenuto definitivo in data anteriore all’introduzione di tale obbligo

Leggi dopo
Focus Focus

Morte della persona offesa dal reato e art. 12 d.lgs. 36/2018: profili di illegittimità costituzionale

19 Aprile 2019 | di Andrea Bigiarini

Querela

Come noto, il d.lgs. 10 aprile 2018, n. 36 ha introdotto il regime della procedibilità a querela per una serie di reati precedentemente perseguibili d'ufficio. L'art. 12 di detto decreto, affrontando espressamente il problema dei procedimenti instaurati o da instaurare per i fatti (costituenti uno dei reati sopra citati) commessi prima...

Leggi dopo
Giurisprudenza commentata Giurisprudenza commentata

Sequestro conservativo: il periculum in mora non può essere apprezzato in base a un semplice "automatismo" imperniato sull'imputazione

19 Aprile 2019 | di Emilia Conforti

Cass. pen., Sez. V,

Sequestro conservativo

L'apprezzamento della sussistenza del periculum in mora, ai fini dell'applicazione...

Leggi dopo
News News

Traffico di stupefacenti. I primi effetti della dichiarazione di incostituzionalità del regime sanzionatorio

18 Aprile 2019 | di Redazione Scientifica

Cass. pen., Sez. III, 19 marzo 2019 (dep. 17 marzo 2019), n. 16790.pdf

Cass. pen., Sez. III, 19 marzo 2019 (dep. 17 marzo 2019), n. 16790.pdf

Droga (traffico di)

L'accordo concluso tra le parti e ratificato dal giudice, in epoca precedente alla dichiarazione di illegittimità costituzionale dell'art. 73 comma 1 d.P.R. 309/1990...

Leggi dopo
News News

Incostituzionalità della revoca automatica della patente per il reato di omicidio stradale. Le motivazioni della Consulta

18 Aprile 2019 | di Fabio Piccioni

Corte cost., 19 febbraio 2019 (dep. 17 aprile 2019), n. 88

Omicidio colposo (e omicidio stradale)

Come si ricorderà, lo scorso 20 febbraio l’ufficio stampa della Consulta aveva comunicato la prima declaratoria d’incostituzionalità della legge sull’omicidio stradale. Il lacerante silenzio sulle motivazioni, serbato per circa due mesi, è stato interrotto ieri, 17 aprile, con il deposito della sentenza n. 88. La Corte era chiamata a decidere sui giudizi di legittimità costituzionale sollevati in riferimento agli artt. 590-quater c.p. e 222 commi 2 e 3-ter cod. strada

Leggi dopo
Focus Focus

Il principio del ne bis in idem applicato al rapporto fra giurisdizione ordinaria e giurisdizione militare di pace

18 Aprile 2019 | di Cristina Ingrao

Trib. Agrigento,

Bis in idem (divieto)

La questione affrontata nella pronuncia in esame attiene ai presupposti applicativi del principio del ne bis in idem, con riguardo più specificamente ai rapporti...

Leggi dopo
Focus Focus

Le nuove forme di legittima difesa domiciliare

18 Aprile 2019 | di Alex Ingrassia

Difesa legittima

Con il DDL Modifiche al codice penale altre disposizioni in materia di legittima difesa, approvato in via definitiva dal Senato il 28 marzo 2019, il volto della c.d. legittima difesa domiciliare è stato ampiamente modificato, riducendo gli spazi di sindacato giudiziale sui suoi presupposti, intervenendo sulla disciplina civilistica del risarcimento e...

Leggi dopo
Giurisprudenza commentata Giurisprudenza commentata

Sulla legittimità della nomina “implicita” del difensore desumibile per facta concludentia

17 Aprile 2019 | di Irma Conti

Cass. pen., Sez. II,

Difesa e difensore

È ammissibile un atto presentato da un difensore che non abbia ricevuto formale mandato difensivo ai sensi dell’art. 96 c.p.p. ove la volontà di nominare quel difensore da parte dell’imputato emerga chiaramente da alcuni “elementi di fatto” inequivocabili? Devono essere rispettate le - pochissime - formalità richieste dall’art. 96 c.p.p. per il conferimento del mandato difensivo, o deve essere preferito un approccio...

Leggi dopo
Giurisprudenza commentata Giurisprudenza commentata

Reato commesso con metodo mafioso e "collaborazione impossibile" ai fini dell'esclusione dei benefici penitenziari

16 Aprile 2019 | di Leonardo Degl'Innocenti, Francesco Faldi

Cass. pen.,

Collaboratori di giustizia

Deve essere annullata con rinvio al giudice di merito l'ordinanza con la quale il Tribunale di Sorveglianza investito della richiesta di accertamento della collaborazione impossibile in ordine ai delitti di omicidio e detenzione di armi commessi avvalendosi delle condizioni previste dall'art 416-bis c.p. ovvero al fine...

Leggi dopo
News News

I difficili rapporti tra nuove contestazioni dibattimentali e diritto alla difesa. La Corte costituzionale elimina le preclusioni ai riti alternativi

15 Aprile 2019 | di Redazione Scientifica

Corte cost., 20 febbraio 2019 (dep. 11 aprile 2019), n. 82

Nuove contestazioni

È incostituzionale l’art. 517 c.p.p., Reato concorrente e circostanze aggravanti risultati dal dibattimento, nella parte in cui non prevede la facoltà dell’imputato di richiedere al giudice del dibattimento l’applicazione della pena, a norma dell’art. 444 c.p.p...

Leggi dopo

Pagine